Il cielo può attendere


IL CIELO PUÒ ATTENDERE

di Umberto Scapagnini


Ci sono momenti nella vita che segnano una svolta. A raccontarlo può sembrare strano, ma noi sappiamo che tutto ciò che di male, o di bene, ci è successo dopo, è iniziato lì. Per Umberto Scapagnini quel momento è stato il 2005 quando, in veste di sindaco di Catania, partecipa a una partita di calcio di beneficenza e si procura una frattura. Da allora gli eventi negativi si susseguono senza tregua. Poco tempo dopo, la sua compagna gli nota un gonfiore sulla tempia, che si rivelerà essere un melanoma molto radicato.È così che nella vita di Scapagnini irrompono il dolore e la paura. Dopo l’operazione e un iniziale ottimismo, il male si ripresenta più insidioso di prima. C’è un’unica possibilità per lui: una cura sperimentale che però può avere devastanti effetti collaterali. Infatti lo porterà al coma.Ma proprio quando sembra che tutto sia perduto, una luce misteriosa e l’apparizione rassicurante di Padre Pio, lo conducono fuori dal tunnel. Le metastasi sono scomparse.Accolto dal sorriso dei suoi affetti più cari, Scapagnini nasce una seconda volta. Dopo tanta sofferenza e la fatica di riprendere il contatto con la quotidianità, la pagina negativa aperta quella sfortunata sera pare essere terminata.Una storia di dolore, malattia e guarigione in cui la fiducia nella scienza e in se stessi, uno sguardo positivo sul mondo e la fede in Dio si uniscono per celebrare una volta ancora la bellezza della vita.

Per saperne di più o acquistare il libro clicca QUI